SEO guide – Off-Page

18 08 2008

– Il miglior metodo di sviluppo off-page é la costruzione di una catena di link adeguata, sia internamente che esternamente al sito.
Apporre i link nei siti e blog dove si affrontano argomenti inerenti, link in siti visitati da utenti che rientrano nella fascia di possibili clienti, utilizzare testo adeguato con la presenza, se possibile di keyword per farsi linkare. Non mettere nel proprio sito link verso siti bannati, link farm, o siti che non esitono più, arreca grave danno.
– I link esterni di altri siti che puntano verso il vostro sono la migliore cosa per aumentare posizioni e credibilità da parte dei motori (famoso é il PageRank di Google), meglio se in modo univoco cioé soltanto verso il vostro e non viceversa altrimenti può sembrare un semplice scambio di link, e la struttura dei link fra vari siti non deve essere circolare altrimenti sembra una forzatura atta ad aumentare il grado di indicizzazione.
– Il PageRank é da tenere molto in considerazione per guadagnarsi la stima di Google e rappresenta il proprio indice di popolarità.
– Create il maggior numero di link verso il vostro sito (inbound links) richiedendo a chi si occupa di attività correlate alla vostra di linkarvi (via Eamil o contattandoli) attraverso blog, articoli da pubblicare su altri siti, programmi di affiliazione che creano scambio di link (non si ottiene grandi risultati ma fanno sempre comodo), campagne PPC e link a pagamento che alcuni siti offrono ed infine collegamenti da altri siti di vostra proprietà o gestione

PPC é necessario per dare una spinta all’indicizzazione e migliorare posizioni, alcuni suggerimenti:

  • farsi aiutare a scegliere le KW dai vari software;
  • le KW devono essere presenti nel sito come indicato sopra;
  • tenere presente il costo, scegliere KW in cui la competizione é possibile e potete offrire una cifra ragionevole (parole specifiche e non generali);
  • non offrire cifre esagerate per essere a tutti i costi in prima posizione, offrire molto meno ed essere lo stesso in 3/4 posizione può portare gli stessi risultati risparmiando molto;
  • prestare attenzione a quante conversioni si ottengono (molto traffico di poca qualità e con scarse conversioni diventa una perdita di soldi);
  • valutare quando é il guadagno per ogni conversione;
  • fare offerte in base alle conversioni ed impostare un budget (il costo mensile da sopportare deve essere inferiore al numero di conversioni moltiplicate per il guadagno unitario di ognuna);
  • fare una lista di KW in modo oculato come spiegato anche in seguito evitando termini con rilevanti, congiunzioni, parole superflue e parole proibite;
  • controllare i successi e nel caso modificare le KW aggiungendo o togliendo alcune parole;
  • fare sempre un cambiamento alla volta (A-B test) cambiare molte cose insieme significa perdere di vista ciò che funziona oppure no, un solo cambiamento alla volta permette di registrare i miglioramenti o peggioramenti e decidere quale strada e quale KW lavorano in modo adeguato;
  • fare una buona landing page (anche più di una per ogni PPC) come descritta in seguito;
  • scrivere un buon AD utilizzando le KW, un linguaggio adeguato all’utente, una descrizione dei servizi specifici o su cui intendete puntare (evitare curiosi ed utenti che non creano conversioni), descrivere i benefici, usare uno slogan veloce, con parole potenti e che chiami all’azione, far sentire l’urgenza (tipo promozioni a tempo o quantità predefinita), cambiare tutto il testo se necessario;
  • se la campagna PPC lo permette, utilizzare i vari metodi di restrizione nella ricerca tipo, Match Type (risultati per parola esatta, frase esatta o qualsiasi), parole negative (parole che se incluse nella ricerca mi escludono dai risultati, quindi argomenti troppo generici o non inerenti), Dayparting (la mia offerta varia nell’arco della giornata e quindi anche la mia posizione escludendo così orari i cui i miei clienti target solitamente non sono in rete);
  • utilizzare strumenti web-based o software per monitorare e modificare velocemente il proprio PPC (offerte, KW, etc..) specialmente se si fanno più PPC contemporaneamente o si hanno molte parole chiave;
  • tenere sempre sott’occhio il ROI (return of investment)

– Aggiungete il Vostro sito a tutti gli elenchi e directory esistenti in modo appropriato (o selezionate quelle che fanno al caso vostro) per esempio yahoo.com e dmoz.org sono delle ottime directory e danno la possibilità di inserire i vostri contenuti nella sezione più appropriata.
– Potete includere il sito anche in servizi di inclusione a pagamento che vengono offeri da alcuni motori e directory, si paga una cifra e siamo inclusi nel loro indice. Attenzione a chi propone il servizio e fatelo se necessario e presso strutture che danno delle garanzie ed hanno già ottenuto risultati.


Azioni

Information

One response

21 12 2008
Recent Links Tagged With "dayparting" - JabberTags

[…] From Sneaker-Net to Day-Parting: The Evolution of Digital … Saved by maplehd on Sun 07-12-2008 SEO guide – Off-Page Saved by lamalover221 on Sat 06-12-2008 Urban Wallpaper: Digital Signage and the Rise of the […]

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: