05 Agia Pavlos

13 09 2008

Nuovo giorno ed altri chilometri ci aspettano, la scelta di oggi è caduta su Agia Pavlos che si trova nella parte sud dell’isola, vicino alla più blasonata Agia Galiani ma che viene definita ugualmente bella e meno invasa dai turisti. Partenza (non senza un buon pasto a bordo piscina) e usciti dal paese prendiamo in direzione Spili che raggiungiamo in circa 20/30 min.

Chiesa Ortodossa - Spili

Chiesa Ortodossa - Spili

Qui effettuiamo una breve sosta, prima andiamo a visitare un monastero con chiesa ortodossa, una piccola oasi di pace, silenzio intorno e la luce del mattino avanzato che rende candido e puro il bianco dei muri. Poco più avanti si apre il vero e proprio paese, molto piccolo e qualche negozio di souvenire due bar e una banca. Al centro dell’abitato si trova una fontana dove delle teste di leone sgorgano continuamente acqua definita da molti la migliore di tutta l’isola. Una breve passeggiata e poi saliamo di nuovo in auto direzione Agia Pavlos.

La strada non è difficile da trovare ma ad un certo punto si fa molto stretta e tortuosa, passa all’interno di piccoli paesini formati da una manciata di case e attraversa la montagna che divide in due l’isola.

Di colpo si apre davanti a noi Agia Pavlos…… scendiamo fino in fondo e parcheggiamo ai margini della spiaggia, un piccolo golfo tempestato dai riflessi celesti del limpido mare. Prima di infilarci sotto l’ombrellone facciamo una caminata lungo la costa e oltrepassiamo la scogliera al di là della quale di aprono altre spiagge, tutte dominate da una grossa duna di sabbia che scende a capofitto nel mare. Passiamo un pò di tempo, incuriositi, a passeggiare ed esplorare questa scogliera, che l’assenza quasi totale di persone rende ancora più selvaggia e bella. Scatto varie foto e poi ritorniamo alla prima spiaggia intenzioni molto serie: mare, sole, bagno e riposo.

Agia Pavlos - Il dragone che dorme

Agia Pavlos - Il dragone che dorme

Il tempo passa e decidiamo di intraprendere il viaggio di ritorno, ma prima sostiamo ad un piccolo locale che si trova poco più in su….. ci godiamo questo spuntino ed una birra con gli sguardi incantati verso la baia che si apre sotto di noi…. chiamata il dragone che dorme e non é difficile capire perché.
Mentre facciamo ritorno ci fermiamo in un bar di un paesino di montagna, i gestori ci trattano bene, ci offrono addirittura da bere vari raki (il raki é un liquore tipico simile alla grappa che si beve in piccoli bicchieri e si tracanna molte volte tutto d’un sorso, bisogno avere buoni stomaci perché é molto forte). Due caffé e varie bevute 1,50 Euro…. beh cosa aggiungere??

Seguendo le dritte della nostra guida, dopo una doccia rigenerante, riprendiamo l’auto e questa volta riusciamo ad andare a cena in una taverna poco fuori citta: Zizi’s. Una taverna grande, informale, da famiglie ma molto apprezzata dalle persone del posto ed effettivamente hanno ragione perché si mangia bene e si spende poco, solo 19,00 Euro in due vino compreso…..

Suggerimento: a mio parere la cucina greca non é male ed usa ingredienti molto genuini e simili ai nostri, quindi non abbiate paura di provare i loro piatti anche se i nomi sono strani, fatevi un bel mussaka, assaggiate ghiros e suvlaki, intengete il pane nella cremina tsatstiki, provate la feta in tutte le varianti… mica vorrete mangiare per forza la pastasciutta……


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: