03 Elafonissi

14 09 2008

Ci svegliamo (mai troppo presto non è nelle nostre abitudini) e andiamo all’autonoleggio e dopo poco saltiamo a bordo del nostro “bolide” e ci dirigiamo verso la meta concordata la sera prima: ELAFONISSI, indicata da tutti, compreso dalla guida, come una delle spiagge più belle. Ci vogliono più di 2 ore di viaggio per raggiungerla anche perchè seguiamo una strada sbagliata…più lunga e più difficile da percorrere, una strada stretta, insidiosa, piena di curve che attraversa piccoli paesini montani deserti.

Capre lungo la strada

Capre lungo la strada

Un simpatico incontro: due capre che si riposano sulla strada ci fanno rallentare, ci voltiamo e con nostra sorpresa ci accorgiamo che le rocce sul fianco della strada sono popolate da decine di caprette, ognuna abbarbicata al suo sperone di pietra in un equilibrio che sembra molto instabile e sotto le mitragliate del vento che in questo punto soffia veramente molto forte.

Il viaggio continua e dopo un pò riusciamo a raggiungere la nostra destinazione. Il parcheggio è vicino alla spiaggia e dopo due passi si apre davanti a noi un bellissimo spettacolo, le nostre aspettative sono pienamente ripagate e tutti ciò che si diceva su questo luogo è assolutamente vero.

Elafonissi

Elafonissi

Acqua cristallina e per grandi tratti bassa fino ai fianchi, sabbia con riflessi rosa che si insinua fra le piccole onde , al largo il mare si tinge di un blu scuro ed intenso, una lingua di terra rende tropicale questo luogo. Prendiamo una sdraio e ci godiamo per qualche ora Elafonissi fra sole, nuotate, snorkeling e foto…. non voglio perdermi neanche un secondo del tempo trascorso qua. D’obbligo una passegiata nel mare che non diventa fondo per lunghi tratti e permette di fare lunghe camminate mentre la corrente ti massaggia le gambe……

Uniche note negative sono qualche raffica di vento di troppo che ti rabbrividisce quando esci dall’acqua ed il tramonto che sembra arrivare troppo presto e ti costringe a lasciare questo paradiso.

Per la strada di ritorno ne scegliamo una più breve e comoda, passando dalle gole di Topolonia, arrivo all’hotel alle 21,00, doccia, piccolo riposo e usciamo per la cena.

Ecco l’ora della cena…. mumble mumble …. dove andare???? Andiamo verso l’auto perchè optiamo per uscire dal paese… ma sorpresa… la strada è chiusa e davanti la Kia c’è una bancarella di un pittore…. Ops la strada che va dal vecchio porto venziano verso le spiagge la notte viene chiusa al traffico per il mercatino e la nostra vettura è bloccata…. Per fortuna niente multa, i vigili di Creta hanno chiuso un occhio e poi non è mica tanta facile capire la segnaletica se scritta in Greco!!!! In guardia quindi…. ai parcheggi, anche se le forze dell’ordine sono più buoni, è meglio prestare attenzione e non correre il rischio di restare a piedi. A proposito nel parcheggio che si trova fra la Bus Station ed il Campo di Calcio il sabato mattina c’è il mercato e lì effettuano la rimozione. Scegliamo di infilarci in un ristorante locale, non è segnalato nella guida questa volta, ma ci piace l’aria casaraccia e tipica di questo locale a conduzione familiare. Una cena informale ma gustosa e piacevole assieme non ai soliti turisti ma a gente del luogo. Dopo una capatina nei locali del centro…..


Azioni

Information

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger cliccano Mi Piace per questo: